Giorno 5 Cammino Portoghese: da A Grua a Baiona 35km - Ancutza - Tips of Wellness
15948
post-template-default,single,single-post,postid-15948,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode_popup_menu_push_text_right,transparent_content,qode-theme-ver-16.8,qode-theme-bridge,qode_advanced_footer_responsive_768,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive
 

Giorno 5 Cammino Portoghese: da A Grua a Baiona 35km

Giorno 5 Cammino Portoghese: da A Grua a Baiona 35km

Oggi è la giornata della fatica, della commozione e dell’emozione. Ieri e l’altro ieri ho pianto.. Per i miei dolori, fisici e mentali. Oggi ho urlato! Perché il fisico mi stava abbandonando. Sono passata da momenti in cui ero in forma e camminavo spedita a momenti in cui non ce la facevo più! Dolore! Dolore e troppo caldo! I calzini mi hanno irritato le caviglie. Bello camminare sulla spiaggia, fare il bagno, ma credo che la sabbia mi abbia portato mille irritazioni: occhio gonfio, caviglie rosse e irritate!

Sicuramente un motivo c’è! E tutto questo male fisico deriva dal male interiore. Non pensavo fosse così grande! Pensavo di stare abbastanza bene… Invece il cammino ti tira fuori tutto! E qualcosa porti a casa… Magari non tutto, perché ti rimangono tante cose da imparare… Ma il cammino ti mette sulla buona strada… Se lo vuoi… Se ti apri… E se apri la mente.

Scrivo mentre sono sulla spiaggia di Baiona a piangere e a guardare il tramonto!

È stata una giornata difficile. Tra momenti belli in cui ero in forma, camminavo spedita… e momenti di perdizione… In cui il sole era troppo forte e il dolore troppo grande! Sono passata dal male ai piedi… Al bruciore alle caviglie per colpa dei calzini. Mi si è sgonfiato l’occhio, ma la caviglie sono rosse, rossissime!

Ho camminato un po’ da sola, un po’ con i miei amici americani… Sono fantastici! È bellissimo camminare e chiacchierare con loro! La nonna ha 78 anni, 6 figli… E ogni tanto fa stretching! Che io oggi non ero in grado di fare. Nonostante tutto il mio Nuoto, acquagym, yoga ecc… Era già tanto che riuscissi a mettere un piede davanti all’altro. Lei invece 78 anni, 6 figli era una meraviglia! L’ho invidiata… Tirava anche calci… Calci che io faccio ad acquagym… Quelli alti… Che ora non sarei in grado di fare… Perché potrei cadere all’indietro e fare la tartaruga che non si alza più! Lei invece faceva tutto con non chalance! Vorrei essere così alla sua età… Ma visto che sono così poco in forma a 29 anni, ho i miei dubbi… Magari diventerò zen e in pace con me stessa e il mondo e sarò anche io così… Chissà… Comunque lei per me è una meraviglia!

L’ultimo tratto di oggi per me è stato difficile! Sono partita con energie…e sono arrivata senza energie, con i piedi distrutti, irritati. All’albergue sono andata a fare la doccia e non riuscivo più a camminare, a reggermi in piedi… Tra caldo, sole cocente ero distrutta.

I pellegrini che ho incontrato oggi sono stati tutti magnifici! Avevo le spalle con le bolle nonostante avessi messo la crema… E la ragazza brasiliana mi ha dato uno spray protettivo, me l’ha regalato dopo avermelo cosparso su tutto il corpo!

Tutti erano premurosi per sapere se stessi bene e se fosse tuto ok! Tutti avevano occhio di riguardo! La ragazza brasiliana all’albergue mi ha anche invitato a cena…. Pizza! E avrei accettato… Avessi potuto mangiare! Ma le mie intolleranze balorde! Così sono andata a mangiare fuori! Me lo sono meritata! Pulpo e vino bianco! E chupito offerto cortesemente dai camerieri!

Tutti mi guardavano le caviglie sconvolti! Una signora si è avvicinata per chiedermi cosa fosse successo! E mi ha detto di mettere piedi all’insù e pomata! E curare bene! Mi ha detto di ricordarmi di lei… Madre e nonna! E come non potrei! Mi ha baciato e abbracciato! E si è preoccupata per me…

Un’altra signora si è fermata a parlare e chiedermi come stessi e a parlare del cammino… Mi ha fatto commuovere… Mi ha baciato, abbracciato e augurato il meglio… Mi ha detto di prendermi cura di me stessa sul cammino…

Esattamente come amici mi hanno fatto commuovere da casa… Fiumi di lacrime stasera… Davanti al tramonto di Baiona e all’odore di mare e salsedine.

Siamo in Galicia… Ma il Portogallo mi ha conquistato per la seconda volta! Siamo ormai amici… E il Portogallo potrebbe essere la mia meta… Il mare potrebbe essere la mia meta nonostante l’occhio gonfio e le irritazioni…

Questo viaggio si basa molto su cosa sto facendo e dove sto andando.

E ancora di più vedo bambini e mi si scatena un istinto materno e familiare che non ho mai avuto… Ma che adesso è sempre più forte… Che mi spaventa… E che ora mi commuove!

A quanto pare mi commuovo facile!!!

È il cammino del cambiamento, della svolta, così come la prima volta!… È il cammino della gioia e del dolore…e il passaggio da uno all’altro è molto veloce e sottile!

Il gruppo di brasiliani, coppia e mamma sono simpatici… Con loro sto un po’ parlando portoghese! Arrivata all’albergue erano ancora svegli… Ovviamente 2 parole tra pellegrini oltre all’aiuto reciproco, sono d’obbligo!

Speriamo che domani migliori… La faccia e i piedi e le caviglie!

Passais una buenissima y maravillosa noche!

No Comments

Post A Comment